• Sara Di Terlizzi ha pubblicato un aggiornamento nel gruppo Logo del gruppo di BloggerBlogger 4 mesi, 1 settimana fa

    DISAGI SOCIAL

    Ormai tutti sappiamo dell’importanza che hanno i social network nella nostra vita, tutti conosciamo quali sono i principali e quali sono le loro funzioni. Ma badate bene, oltre alle Instagram Stories che ormai sono ovunque, sapete esattamente per che cosa i social sono utilizzati al giorno d’oggi?
    Ebbene, oggi parliamo dello stalking indiscreto che molti di noi compiono attraverso i social, vediamo quali sono i principali e come le persone intervistate, amano utilizzarli per farsi gli affari degli altri:
    FACEBOOK: Se all’inizio dei tempi, facebook era stato creato per mettere in contatto le persone, per far rincontrare vecchi amici, e condividere felicemente ogni attimo della propria vita, oggi principalmente viene utilizzato per rimorchiare e farsi bellamente gli affari altrui. A meno che voi non abbiate un profilo privatissimo, e 5 amici di cui vostra madre, facebook è perfetto per scoprire dove siete stati, con chi, quando, perché. Ottimo anche come passatempo in serate noiose, con un pacco di popcorn e i giusti commenti le vostre serate si accenderanno in un istante.
    INSTAGRAM: ammetto di essere molto di parte per quanto riguarda questo social, è decisamente il mio preferito. E da qualche tempo, oltre alla classica funzione di condivisione foto, grazie ai sempre nuovi e inutilissimi aggiornamenti, lo stalking è garantito. Vuoi sapere cosa sta facendo la tua ragazza oggi? Facile, guarda la sua instagram story! Aggiornata minuto per minuto, così ora, invece di farci vedere il piatto di sushi una volta a settimana, ora abbiamo le foto di tutti i suoi pasti. Non è meraviglioso?
    WHATSAPP: che fino a qualche settimana fa era meraviglioso e decisamente meno banale di tutti gli altri, ma con il nuovissimo aggiornamento sugli stati, beh lo sapete. Grazie Mark. Whatsapp è comunque un buon modo di stalkerare attraverso il “visualizzato” o l’ultimo accesso, anche se qualcuno di noi è talmente furbo da toglierlo per poi sentirsi dire “ma perché lo hai tolto? Così non posso sapere quando hai letto il mio messaggio!” fatevi due domande.
    TWITTER: per quanto fossi indecisa se inserirlo o meno, anche twitter fa parte di tutti quei social che ci permettono lo stalking. Vero è, che su twitter condividiamo solo quello che vogliamo condividere, in 140 caratteri non è così facile esprimere tutta la propria giornata. Diciamo che si tratta più di uno stalking lieve, un livello 1 per intederci.
    Io lo so che voi fingete di non aver mai utilizzato questi social per stalkerare la persona che vi piace, e io fingerò di credervi, così siamo tutti più felici. Fatemi sapere con un commento qual è il vostro social preferito e perché! Ci sentiamo lunedì prossimo con un nuovo articolo, sempre qui, su One Dance!